Rsync

Rsync è un programma molto usato in ambiente linux che ha caratteristiche molto simili al Time Machine della Apple, se non addirittura qualcosa in più. Cosa fa per la precisione? Semplice, esegue un backup incrementale dei vostri files, per es.

Decidiamo di fare il backup delle directory /home/neorf/Desktop che contiente 10 files. Con il comanda di backup di rsync questo esegue una “sincornizzazione” della directory source, in questo caso quindi /home/neorf/Destkop, con una di destinazione, per es. /media/disk1, nel caso in cui in /media/disk1 sia montanto il nostro hard disk esterno.

Eseguendo la successiva volta il comando di rsync, questo analizza i file cambiati all’interno della directory /home/neorf/Desktop, e nel caso in cui ne sia presente uno nuovo, del tipo file_es.txt, questo viene trasferito o meglio sincronizzato in /media/disk1.

Tutto questo comporta anche un risparmio di tempo e risorse in quanto vengono trasferiti soltanto i file realmente modificati dal precedente backup ed inoltre in /media/disk1 viene creare la stessa struttura di directory presente in /home/neorf/Desktop. In questo modo possiamo andare a consultare tutti i file di cui abbiamo eseguito il backup.

Ma come si fa tutto questo? semplice, iniziamo:

Installiamo rsync con:

#sudo apt-get install rsync

#sudo emerge rsync

#yum install rsync

Il comando dipende dalla vostra distro linux

Effettuata l’installazione correttamente passiamo al comando da eseguire:

rsync -av –progress –delete –exclude ‘home/file.txt’ /home /media/disk1

-av: “a” è il modo di archiviazione e mantiene i permetssi dei file. “v” specifica modalità directory recursive

–progress: mostra appunto tutte le info sul progresso del backup, utili con grandi quantità di files

–delete: elimina da /media/disk1 le directory o files non più presenti in /home

–exclude: esclude dalla fase di backup il file tipo /home/file.txt

/home: directory di origine, verrà copiato tutto il suo contenuto

/media/disk1: destinazione, sui cui copiare tutti i file.

In conlusione il comando è del tipo:

rsync [options] [origine] [destinazione]

a presto il seguito per vedere:

  • effettuare backup automatico con crontab
  • salvare file di log
  • effettuare backup di server remoto e verso server remoto in modalità ssh
  • ulteriori opzioni di rsync, tipo escludere intere direcotry